Benvenuta nuova ipnosi da palcoscenico

Buongiorno a tutti!

Vorrei fare delle precisazioni di base che distingue Illusioni Mentali dalla maggior parte delle realtà che si occupano sia di ipnosi che di crescita personale.

Che cos’è l’ipnosi?

E prima ancora, che cos’è la trance?

Per semplicità definiamo la trance come uno stato di coscienza alterata maturato in seno ad una relazione particolare fra ipnotista ed ipnotizzato. L’ipnosi è dunque un’esperienza relazionale, è l’arte di mettere al servizio dell’indivio una qualità che lo caratterizza come essere umano. La trance è lo strumento di cui la natura ci ha dotato per proseguire ,al riparo da deviazioni, il nostro percorso di sviluppo ontogenetico. Quando ho conosciuto Daniele, mi ha favorevolmente colpito una sua affermazione fatta quando mi istruiva sull’ipnosi da palcoscenico: “ Il soggetto su cui proviamo i nostri trucchi non è un fantoccio, non è un giocattolo nelle mani dell’ipnotista, è una persona, ha convinzioni e valori, penso che quelle persone con un’elevata suscettibilità ipnotica dovrebbero prendere consapevolezza di questa dote tanto raffinata, magari imparandosi a difendere da chi tenti di assumere il controllo di questa spiccata sensibilità……” Le sue parole mi hanno colpito e riportato alla mente una storia…

Quando Milton Erickson cambiò la struttura dell’ipnosi lo fece per creare un approccio fortemente ecologico, discostandosi nettamente dai vecchi ipnotisti, magnetici ma autoritari, accorgendosi che l’unico modo in cui l’ipnosi funzionava durevolmente era bypssare il rapporto di dipendenza che solitamente legava l’individuo ed i risultati del potere alla persona dell’ipnotista.

Riallacciandomi alle parole di Daniele…

Benvenuta nuova ipnosi da palcoscenico !!!!

 

Michele Marconi


Pinterest

, ,