Ancora sulla creatività…

Negli scorsi post sulla creatività, per la precisione quello sui 16 consigli scientificamente testati e quello sul rumore di fondo del bar, abbiamo fornito diversi metodi per dare una spinta creativa alle proprie idee.

Per quanto alcuni di essi siano molto semplici da mettere in pratica, la cosa ideale sarebbe riuscire a metterne in atto diversi allo stesso tempo, in modo da aumentare le chance di successo.

La ricerca di stimoli creativi è centrale nell’attività di un gruppo come quello di Illusioni Mentali che si rivolge ad un pubblico alla continua ricerca di nuove idee e nuovi punti di vista, che sia per fini di intrattenimento, di formazione o per counseling e/o terapia. È da questa necessità che, qualche anno fa, è iniziata il nostro percorso in questo campo.

Ed è stato quasi per caso che abbiamo capito come rivisitare dei mezzi storici di intrattenimento in un modo nuovo, capace di abbracciare la ricerca introspettiva, più interiore e personale, l’estetica misteriosa e affascinante della magia, e le ricerche che stavamo facendo sulla creatività e l’intuizione.

Ed è così che sono nati i Tarocchi Specchio. Un metodo che unisce la poesia delle immagini e l’incredibile, magica, capacità dell’uomo di immaginare e costruire metafore. Di dare un significato profondo e personale al succedersi delle cose!

9-hermite-web Ed infatti, come certamente può confermare chi ha già partecipato al Workshop, i Tarocchi Specchio racchiudono in se’ buona parte dei consigli sulla creatività che abbiamo dato negli scorsi post.

D’altra parte, grazie all’uso di moderne tecniche psicologiche e linguistiche, li estendono da puro e semplice trucco per aumentare la creatività ad un metodo profondo e potente per l’esplorazione di se stessi, per poter sentire prima quello che il cervello capisce dopo (concetto che potrebbe suonarvi familiare se avete letto la pagina di presentazione del metodo o il nostro articolo sul libero arbitrio).

Ma, cosa ancora più importante, i Tarocchi Specchio sono un metodo! Qualcosa che è nato dal un’osservazione dei tarocchi di Marsiglia (nella loro versione più antica e pulita) con occhi più moderni e scientifici, e che paradossalmente ne ha intensificato la magia poetica e si è elevato fino a diventare indipendente dai tarocchi stessi.

Un metodo di introspezione, di allenamento mentale e di stimolo del proprio potenziale intuitivo e creativo. Usabile ovunque ed in qualunque momento, con o senza tarocchi, con un risultato profondo e garantito! Ed è bello non solo per la sua straordinaria profondità e per il modo etico e sincero con cui si presenta, ma anche per la sua flessibilità. È un metodo che si adatta ad ognuno di noi, che sia spinto dalla curiosità, dallo scetticismo, dalla ricerca di risposte, o da motivi più pratici basti pensare al mago/mentalista che vuole stupire il pubblico e lasciare un segno profondo e positivo nel suo spettacolo, al councelor/terapeuta che cerca nuovi strumenti di introspezione o al creativo in cerca di nuove idee o alla persona in cerca di risposte.

Per saperne un po’ di più su come funziona il metodo, o per venirlo ad imparare al workshop, potete leggere Tarocchi Specchio

Buone feste,
Marcello


Pinterest

, ,