Nuove conferme sull’efficacia della terapia online

Incredibile ma vero, la psicoterapia via internet funziona bene quanto quella faccia a faccia (se non meglio)!

Non ci credete? Un gruppo di psicologi dell’università di Lipsia e di quella di Zurigo hanno recentemente pubblicato uno studio serio a riguardo: Internet-based versus face-to-face cognitive-behavioral intervention for depression: A randomized controlled non-inferiority trial

C’è chi grida allo scandalo, chi dice che è solo un modo di mettere in cattiva luce l’unica inimitabile rodata vecchia scuola e che la tecnologia è il male assoluto, che è una scusa per far contenti tanti ciarlatani e farsi spiare dall’NSA…

Eppure, dopo tre mesi dalla fine della terapia i pazienti che hanno ricevuto le loro sedute terapeutiche online (molti dei quali affetti da una leggera forma di depressione) hanno mostrato meno sintomi rispetto a quelli trattati faccia a faccia.

Già alcuni studi passati, da cui nasce il lavoro del team di Zurigo, avevano mostrato che la terapia online e quella faccia a faccia fossero almeno equivalenti. Questo nuovo esperimento non solo conferma i risultati passati ma sembra addirittura indicare che la terapia online possa essere più efficace!

Secondo Maercker, uno degli autori dello studio, la terapia online si è dimostrata essere molto effettiva per terapie di medio termine e come strumento di supporto durante il trattamento dei pazienti.

Per l’esperimento, sei terapeuti hanno trattato 62 pazienti che sono stati divisi in due gruppi di ugual misura e assegnati casualmente alla terapia faccia a faccia o a quella online. Il trattamento consisteva in otto sessioni basate su teorie rodate come la Cognitive Behavioral Therapy e che sono state portate avanti in forma sia orale che scritta. I pazienti trattati online hanno dovuto svolgere degli esercizi in forma scritta per ogni sessione, come ad esempio descrivere gli aspetti negativi della loro visione di se, ed erano noti al terapeuta solo per nome.

In entrambi i gruppi ci sono stati ottimi risultati, alla fine del trattamento più del 53% dei pazienti trattati online non mostrava più segni di depressione (contro il 50% di quelli trattati faccia a faccia). E tre mesi dopo la fine del trattamento il distacco era aumentato notevolmente (57% contro il 42% della terapia convenzionale).

In entrambi i casi il grado di soddisfazione dei pazienti (rispetto a trattamento e terapeuta) è stato equamente alto, inoltre il 96% dei pazienti trattati online e il 91% di quelli trattati faccia a faccia ha descritto il contatto con il terapeuta come “personale”.

Nel caso della terapia online, i pazienti hanno tendenzialmente usato il contatto terapeutico e gli esercizi successivi molto intensamente per progredire poi personalmente. Nei feedback, questi pazienti hanno indicato che hanno riletto e riflettuto sulla corrispondenza con i loro terapeuti di tanto in tanto.


Pinterest

, , ,