Mentologia, ovvero la psicologia a braccetto col mentalismo

La linea che separa i mentalisti dagli psicologi è estremamente sottile.
Dopotutto il cuore del mentalismo sta proprio nel saper dirigere l’attenzione e i pensieri degli spettatori nella giusta direzione per poter massimizzare l’effetto.

Ma quindi come si fa a non sbagliare e riuscire a portare avanti uno show?
E cosa c’entra questo con la psicologia?

La paura del fallimento è uno degli ostacoli più grandi che maghi e mentalisti devo riuscire a superare (ma se ci pensate anche ognuno di noi). Non importa quanta ore di preparazione, quanta abilità pratica e quanta manualità si siano acquisite preparando lo spettacolo, se sali su un palco o comunque ti trovi davanti ad una platea, è essenziale che lo fai in modo sicuro e rilassato.

Questo è uno dei tanti punti in cui il mentalismo si incontra con la psicologia e nasce la magia.

Uno dei miei artisti ed autori preferiti da questo punto di vista è James Brown, abbiamo già parlato di lui in un recente post</>.

James è un mago molto particolare. Prima di appassionarsi al mentalismo, a studiato psichiatria e infermieria ed è rimasto affascinato dallo studio di come percepiamo la realtà e come questa percezione possa essere sviata e manipolata. Tutta la sua magia è nata da questo: cercare di ottenere il massimo risultato mantenendo il tutto più semplice e pulito possibile, e basando i fenomeni principalmente sul rimodernamento della percezione.

In altre parole James è un mago del reality bending!

Se vuoi farti quattro risate dai un’occhiata a questo video

Non per niente si diletta in tutte le arti che richiedono una manipolazione della realtà, ed è così bravo che viene chiamato a fare corsi di borseggio per i poliziotti inglesi.

Come corsi di borseggio???

Eh già, guarda l’estratto del suo intervento sulla BBC che abbiamo postato in fondo a questo articolo. Come puoi vedere, con il minimo sforzo James ha non solo preso il portafoglio del povero spettatore, ma gli ha slacciato la cravatta e l’orologio e si è preso pure quelli!

Per la polizia è importantissimo riuscire a capire quali sono le leve fisiche e psicologiche che i borseggiatori usano e infatti, qui in Inghilterra, James tiene tantissimi corsi per le forze dell’ordine.

Anche per un borseggiatore, una delle abilità più importanti è non avere paura di sbagliare.

James in questo è un vero maestro. Dalla sua esperienza ha tirato fuori una serie di consigli e tecniche per l’infallibilità che hanno avuto così tanto successo da garantirgli un talk al TED di medicina organizzato all’Imperial College.

Putroppo non è facile riassumere il tutto nelle poche righe di un post, ma il nostro Daniele ha convinto James e ha preparato un corso gratuito online in ci vi spiega in dettaglio alcuni dei principi del Professional Opportunist Wrongless Approach, per affrontare il mondo con il mindset per l’infallibilità: Migliorati attraverso la magia, ma non per magia!.

Buon divertimento,
Marcello


Pinterest