Author Archive | Daniele Sicorace

Borseggio, Mentalismo e Psicologia: l’illusione di una mente infallibile!

Tutti abbiamo l’illusione (ci siamo evoluti così) che la nostra attenzione sia perfetta, come una videocamera, a 360 gradi. In realtà non è così e illusionisti e truffatori sfruttano questa caratteristica per far divertire i primi e delinquere i secondi. In questo video il prode James Brown dà un dimostrazione magistrale di come il cervello umano non sia così “perfetto” come crediamo 😉

 

Continue Reading

Fiori di Bach: hanno senso? Cosa funziona? Cosa non funziona?

Terzo appuntamento nel mondo delle medicine alternative. Questa volta lo spunto arriva da l’ennesimo articolo di Wired che spiega per l’ennesima volta che i “Fiori di Bach”, così come l’Omeopatia e l’Agopuntura, alla prova dei fatti si sono dimostrati identici ad un placebo, e quindi dall’efficacia medica nulla. Ma l’efficacia “terapeutica”?
Con questo video aggiungiamo un’altra componente meta-terapeutica oltre a quelle che avevamo visto nel caso dell’omeopatia e agopuntura (l’accoglienza del terapeuta e la ritualità dell’assunzione del rimedio), con lo scopo di capire meglio come e perché l’effetto placebo di questi rimedi funzioni e se e come sia possibile sfruttarlo anche dalla medicina tradizionale (ovvero come unire l’efficacia terapeutica della medicina tradizionale con l’efficacia meta-terapeutica della medicina alternativa).

L’articolo originale di Wired: http://www.wired.it/scienza/medicina/2015/03/20/bufala-fiori-di-bach/
L’articolo sui “bottoni finti”: http://www.todayifoundout.com/index.php/2012/07/many-crosswalk-signal-buttons-dont-do-anything-anymore/

Continue Reading

Ipnosi e omeopatia: sfruttare i meccanismi della mente rimanendo con i piedi per terra

Un tema che mi ha sempre affascinato è la lotta tra scettici e adepti di varie discipline alternative. Gli uni vedono creduloni gli altri, mentre gli altri vedono chiusi di mente gli uni. Con questo video cerco di dare una visione d’insieme che prenda da un gruppo la scientificità per evitare mostri come la Mereu con deliri di onnipotenza, e dall’altro gruppo prendere lo sfruttamento di tutte quelle facoltà mentali che portano il corpo e la mente alla predisposizione alla guarigione per amplificare l’effetto del principio attivo.

Vuoi sapere di più del mondo dell’ipnosi e cosa sia in realtà? ho registrato un webinar qualche tempo fa a cui rispondo a questa domanda e altre. Puoi guardarlo gratuitamente da qua: http://www.illusionimentali.it/daniele-sicorace-inside-the-mind/

Continue Reading

Daniele Sicorace – Inside the Mind

Prima diretta Live con il primo esperimento di ipnosi live via web al mondo!

Segnati la data: martedì 30 giugno 2015, ore 21.30

AGGIORNAMENTO: Ovviamente l’evento è avvenuto, ma non disperare, perché registrandoti ti verrà inviata la registrazione dell’evento!

questi gli argomenti trattati:

  • la differenza tra l’ipnosi classica e il mio metodo
  • un identikit dei soggetti più frequenti che si incontrano (lo scettico, lo sfidante)
  • cosa sono le credenze e come si collegano ai bend
  • realtà e meta realtà
  • cosa caratterizza un’esperienza ipnotica

 

ISCRIVITI AL CANALE!
1 esperimento di ipnosi via youtube: http://www.youtube.com/watch?v=kfyG51YfnTM
2 esperimento di ipnosi via youtube: https://www.youtube.com/watch?v=TIuRGIC-ZvY

Continue Reading

Siamo “programmati” per risolvere puzzle?

In questo bellissimo TED Talk, l’illusionista e ubernerd David Kwong (forte come riesca a calcolare al volo i punteggi del gioco dello Scarabeo delle parole che sente) spiega perché secondo lui siamo delle macchine create per (tra le altre cose) risolvere puzzle, o meglio creare ordine dal caos.

Non ti svelo nulla, perché il numero di mentalismo che fa è veramente super nerd!

Continue Reading →

Continue Reading

Quante volte bisogna piegare un foglio di carta per raggiungere lo spessore di un chilometro?

e soprattutto, che c’entra con quello che in genere trattiamo qui su Illusioni Mentali?

C’entra perché la risposta ha del “magico”, inteso come meravigliante, cioè attiva un processo di meraviglia che è alla base della curiosità e della sete di andare “oltre” – una delle qualità essenziali per gustare la vita.

La risposta, sorprendentemente è… 30!

Ma facciamo un passo indietro: gira una “scommessa impossibile” che propone di piegare un foglio di carta più di 7 volte. Facile, no?

Ovviamente c’è l’inghippo, ed infatti se ci provi ti accorgi che è impossibile. La spiegazione risiede nel fatto che il nostro cervello non si è evoluto per cogliere intuitivamente la crescita esponenziale (1, 2, 4, 8, 16, 32…), ma solo quella linerare (1, 2, 3, 4, 5, 6…).

Ovvero mentalmente ci sembrano simili, sì, vero, una cresce un po’ di più dell’altra, ma più o meno… siamo lì. O no?

No. Non siamo fatti per cogliere l’improvvisa esplosione di una crescita esponenziale, e ogni volta rimaniamo ingannati e meravigliati.

Ti faccio un indovinello: in uno stagno, il primo giorno nasce una ninfea, il secondo giorno diventano 2, il terzo giorno 4 e così via. Il 34 giorno esattamente metà stagno è coperto di ninfee. In quale giorno tutto lo stagno sarà coperto?

La risposta è il giorno dopo, ovvero il 35esimo, in quanto le ninfee dell’indovinello crescono a ritmo esponenziale, raddoppiandosi ogni giorno, e quindi se al giorno x mezzo stagno è riempito, al giorno x+1 tutto lo stagno sarà pieno (a prescindere da quanto sia x).

Ma torniamo al foglio di carta. Quindi, piegandolo su se stesso, ogni volta raddoppiamo il suo spessore (un po’ come le ninfee dello stagno). Se si fanno i conti, si vede che alla 30 piega si è raggiunto uno spessore di un chilometro!

Domanda: quante pieghe ci vogliono per raggiungere lo spessore dell’intero universo visibile?

103 :)

questo video ti spiega tutto molto bene (nel linguaggio della terra di Albione, ovvio)

 

A riguardo esiste anche una storia di un furbacchione e di un scacchiera, riporto pari pari da Wikipedia

Secondo la leggenda, un cortigiano si presentò al re di Persia con una bella scacchiera. Il re chiese che cosa gli sarebbe piaciuto in cambio del suo regalo e il cortigiano sorprese il re chiedendo un chicco di riso sulla prima casella, due chicchi sulla seconda, quattro chicchi sulla terza, ecc. Il re acconsentì prontamente e chiese che fosse portato il riso. Tutto andò bene all’inizio, ma la richiesta di 2 n − 1 chicchi sull’n-esima esigeva oltre un milione di chicchi sulla 21ª casella, più di un milione di milioni (o, come si dice, di un trilione) sulla 41ª e non c’era semplicemente abbastanza riso nell’intero mondo per le caselle finali.

La meraviglia per la crescita esponenziale funziona anche al contrario, ovvero, quando ci spingiamo nell’infinitamente piccolo. Ti viene in mente un esempio? Vediamo vediamo… ah si! Le diluizioni successive dell’omeopatia! Che oramai avrai già capito che seguono una decrescita esponenziale. Ma mentre per la crescita possiamo immaginarla infinita, la decrescita (la presenza di una sostanza in un rimedio omeopatico) deve avere un limite, che è dato dalla presenza della sostanza stessa :)

E a questo punto un omeopata interverrebbe introducendo il concetto della magica memoria dell’acqua, ma qui si parla di un’altra magia, quella magia che Illusioni Mentali non vede meravigliante ma ottenebrante.

Per risollevarti il morale, ti lascio con quei mattacchioni di MythBusters che testano appunto il mito del piegare un foglio di carta più volte. Per insulti vari, complimenti e invii di tentativi di corruzione usa pure lo spazio per i commenti

Cibo per la mente, cibo per la mente…

Continue Reading

Daniele Sicorace & James Brown – Powa in Rome

Dopo esserci ripresi dal corso di James Brown della settimana scorsa, abbiamo messo a disposizione le foto dell’evento (per vederle tutte quante, vai sull’album facebook).

Un ringraziamento speciale a Leandro Luccerini per il servizio fotografico!

Di seguito una chicca: un breve assaggio di cosa è successo la sera….

Continue Reading

La bugia di Leinster Gardens, nascosta in piena vista

Con questo articolo iniziamo la collaborazione con Eva Delmonte, Psicologa Psicoterapeuta in formazione, che darà un contributo ad Illusioni Mentali portando un punto di vista nuovo, più introspettivo e “psicodinamico”, sulle questioni che trattiamo. Il primo articolo infatti parla dell’ultimo episodio della terza serie di Sherlock, e quindi per chi sta seguendo la versione in italiano o non ha ancora visto la versione inglese, SPOILER ALERT!

Continue Reading →

Continue Reading